CAÑIHUA agglutinata glutenfree

14 mag Cañihua, verdure croccanti, fiori di timo e paprika affumicata

Adoro testare nuovi prodotti alimentari e sperimentare qui sul blog nuove ricette gluten free. Sono felice quando creo ricette nuove belle, sane e gustose. Spesso è un casino perché cerco di essere creativa anche evitando il glutine e passo ore e ore a documentarmi o fare esperimenti che non sempre riescono al primo colpo. Questa volta però ho avuto fortuna.

Quando ho scovato sugli scaffali di Hanos la cañihua non avevo proprio idea di che cosa fosse, a parte le parole PERU’, ORGANIC e GLUTENFREE non avevo altre informazioni, visto che l’etichetta era scritta in olandese. Così mi sono fidata dell’istinto: a vederla a prima vista mi è sembrata quinoa rossa, ma di dimensioni molto infinitamente più piccole, praticamente quelle dei semi di papavero per intenderci. Insomma cara cañihua che cosa sei?E’ stato difficilissimo trovare materiale, ma ho scoperto che assieme all’amaranto e la quinoa, la cañihua è uno dei tre semi che salveranno il mondo.  Perché? Innanzitutto rappresenta una fonte molto preziosa di amminoacidi essenziali e la coltivazione può avvenire in condizioni climatiche avverse, senza ricorrere a erbicidi e pesticidi.

La cañahua o cañihua – dal quechua: qañiwa – è una pianta della famiglia Chenopodiaceae, originaria delle Ande (Bolivia e sud del Perù). Possiede proprietà nutrizionali e medicinali, è facilmente digeribile  ed è ricca di proteine, calcio, fosforo, magnesio, vitamina E, complesso B, omega 6 e 9, è povera di grassi e naturalmente senza glutine. La pianta è in resistere al gelo, ai parassiti, alle malattie e alla siccità e le sue molteplici capacità di resistenza e le sue caratteristiche nutrizionali la rendono un alimento sicuro e benefico per le famiglie che vivono sull’altopiano boliviano. Rispetto alla quinoa non contiene saponina, dunque non va lavata accuratamente prima di essere cotta. Per il resto usatela come se fosse quinoa, il procedimento di cottura è simile, ma più veloce. 

verdure glutenfree

Visto che in questi giorni la mia pianta di timo è rigogliosa ho utilizzato sia le foglie che i fiori, per decorare il piatto.. poi cercavo un retrogusto affumicato ma non troppo piccante e l’ho trovato con la paprika affumicata di jalapeño perfetta assieme alla curcuma fresca, ma che potete sostituire con altre spezie o una bella grattuggiata di zenzero fresco. La ricetta è semplicissima!timo fiori agglutinata

.:Ingredienti:.

100 gr Cañihua

2 zucchine

1 carota

1 rizoma curcuma

1 cucchiaio di paprika affumicata

1 cucchiaio salsa di soia senza glutine

 

.:Procedimento:.

– Bollire la Cañihua in acqua abbondante non salata (il suo doppio) per almeno 12 minuti

– Scolare bene

– Tagliare le verdure a brunoise e grattuggiare la curcuma

– Far saltare con dell’olio extra vergine di olive le verdure a fiamma alta (devono rimanere croccanti), aggiungere la curcuma, la paprika la cañihua cotta e sfumare con la salsa di soia

– Decorare con le foglie ed i fiori di timo

 

 

 

 

1Comment
  • Cos'è la canihua - Cos'è, il blog per ogni tua domanda
    Posted at 16:37h, 11 aprile Rispondi

    […] I grani sono di solito tostati e macinati formando una farina di colore crema chiamata (kañihuaco), che viene consumato con zucchero o aggiunto a zuppe, stufati e dolci. E ‘utilizzato anche con farina di grano e mais su pane, torte e budini; non solo, con la farina possono essere preparati anche drink gustosissimi e dissetanti, ma volendo il seme può essere assolutamente utilizzato intero, all’interno di zuppe, insalate e minestre. […]

Post A Comment

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: