spaghetti_canapa_glutenfree_chitarra_agglutinata

26 lug Chi ha (ancora) paura della canapa sativa?

L’anno scorso – proprio in questo periodo – Mi trovavo in mezzo alle morbide ed assolate colline del Chianti, in uno dei due possedimenti di Cannabis Sativa (quella priva di THC, senza effetto sballo) di proprietà di chef Giorgio Trovato, che mi ha introdotta con maestria nell’incredibile mondo nutraceutico di questa pianta dalle mille proprietà. Non solo mi ha fatto scoprire quanto sia delizioso il decorticato di canapa, una via di mezzo tra la nocciola tostata e i pinoli, un prodotto che uso nel pesto fresco o nella parmigiana vegana, a colazione nello yogurt assieme ai semini vari o in prelibatezze come la crema pasticcera aromatizzata al lemongrass.

Mentre oggi alla Camera i nostri politici si stanno scannando sulla liberalizzazione della Cannabis – un tema che non voglio certo affrontare qui – vorrei fare un po’ di chiarezza alimentare, perché non si tratta solo di una questione di gusto. La Canapa Sativa stimola i processi fisiologici, rinforza il sistema ormonale, nervoso e immunitario, aiuta ad attenuare i sintomi premestruali, integra naturalmente acidi grassi e proteine.

Ancora più interessante in cucina, per chi è celiaco o evita il glutine (ma anche il nickel, perché la quantità è bassissima) è la farina di canapa, naturalmente gluten free. Certo, da sola è troppo amara e va utilizzata in piccole percentuali (15/20%) negli impasti,e li rende molto profumati, donando una deliziosa punta di colore verde salvia. Contiene molecole utili all’organismo come gli acidi grassi essenziali, fibre, vitamine e amminoacidi. Insomma, un toccasana!

Ora mi sono dilettata a giocare con la chitarra per creare delle linguine che, come mi ha spiegato Giorgio, possono diventare pici arrotondandole gentilmente sul tagliere. La ricetta è semplice, tanto quanto buonissima!

 

PICI CANAPA

.: PICI o LINGUINE ALLA FARINA DI CANAPA :.

 

Per la pasta fresca:

– 150 farina fioretto di mais

– 150 farina di riso integrale

– 80 farina di canapa sativa

– 150 gr circa di acqua tiepida

– 1 cucchiaio di olio e un pizzico di sale

Per il sugo:

– Pomodorini San Marzano

– Pane senza glutine grattuggiato

– Pinoli o decorticato di canapa

– Maggiorana fresca

– 1 spicchio d’aglio

 

 

 

.: PROCEDIMENTO :.

– Formate la fontana sulla spianatoia mescolando le3 farine, poi aggiungete un pizzico il sale e parte dell’acqua fino a che si incorpora e cominciate ad impastare, aiutandovi con l’olio per rendere più elastico l’impasto.

– Lasciare riposare coperto con un panno, poi stendere l’impasto con il mattarello e tagliarlo con l’apposita chitarra per spaghetti oppure tagliare al coltello

– Far saltare i perini tagliati a metà nell’olio con aglio per un minuto, togliere l’aglio

– Tostare il pan grattato e i pinoli

– Cuocere i pici nell’acqua salata con un cucchiaio d’olio per 8 minuti circa, scolare al dente

– Saltare velocemente nel sugo di pomodori freschi, impiattare e condire con il pan grattato i pinoli tostati e la maggiorana spezzettata con le mani

 

No Comments

Post A Comment

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: