Madeleine-agglutinata

02 set Madeleine alla farina di teff

Mi hanno sempre affascinato quei dolcetti paffuti a forma di conchiglia, che una volta imbevuti nel te diventano un elemento rivelatore, dove olfatto e gusto sono fondamentali per il recupero dei ricordi. Non solo avviene nel libro “La ricerca del tempo perduto” di Proust, ma ogni tanto accade anche a me, quando mi trovo davanti ad un piatto divino, che squarcia la memoria facendo affiorare ricordi bellissimi. L’olfatto e il gusto hanno un ruolo fondamentale per la memoria e per il recupero dei ricordi, se le mie madeleine potessero avere lo stesso effetto, potrei ottenere una delle più grandi soddisfazioni della mia carriera da cuoca.

Dobbiamo essere grati alle persone che ci rendono felici. Sono i premurosi giardinieri che fanno fiorire la nostra anima.’ (Marcel Proust)

Sono felice e grata innanzitutto a voi che mi leggete e provate a sperimentare in cucina con me, a Davide Lodeserto, che ha ridisegnato Agglutinata con infinita pazienza, trasformando un blog amatoriale in un sito stupendo, un piccolo cigno in continua evoluzione. Sono grata all’amica di sempre Elisabetta Giovi che ha creato ancora una volta un logo che mi rappresenta, pieno di stile e grazia. Grazie per aver investito il vostro tempo e le vostre energie per me! Sono ovviamente grata alla mia famiglia reale e allargata, sapete chi siete, il vostro sostegno è vita.

Ringrazio anche Dermophisiologique che mi ha messa alla prova proponendomi la sfida di inventarmi una ricetta dove utilizzare i principi attivi di papaia e mela rossa, alla base della linea Chrono Age. E’ stato divertente e così intrigante, se calcolate che l’altra ricetta l’ha creata un cuoco stellato come Felice Lo Basso*! 

Ma ora passiamo alla ricetta che è 1o0% gluten free grazie all’utilizzo della meravigliosa farina di Teff originaria di Etiopia ed Eritrea, l’avete mai usata? Date le minuscole dimensioni del seme (il granello più piccolo al mondo, con un diametro di 0,8 mm) è impossibile separarlo dalle frazioni di molitura e il risultato è una farina integrale priva di glutine ricca di fibre, sali minerali, vitamine liposolubili, grassi e proteine dall’indice glicemico molto basso che la rende adatta a diabetici e atleti.

Ma non basta, ecco un trucchetto: ho aggiunto un pochino di quinoa rossa già cotta all’impasto, che darà un tocco in più al risultato finale, un effetto croccante dal retrogusto di nocciola tostato.

 

MADELEINE ALLA FARINA DI TEFF

Ingredienti:

2 Uova

80 gr Farina di Teff

20 gr Farina di Tapioca

45 gr Zucchero di canna non raffinato

20 gr Papaia candita tagliata a pezzettini

20 gr Quinoa rossa cotta senza sale e scolata

1/2 Bustina di lievito gluten free

45 gr Burro a tubetto

 

Procedimento:

– Accendere il forno a 180°C

– Montare il burro con uova e zucchero

– Aggiungere le farine setacciate e il lievito

– Aggiungere la quinoa e la papaia

– Disporre negli stampini per madeleine imburrati (ma vanno bene anche i muffin, l’impasto lieviterà, riempitene solo 3/4)

– Infornare per 5/6 minuti circa

– Servire con fettine di mela rossa sottilissime (fresca o essicata)

No Comments

Post A Comment

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: