MelanzaneRosse_Rotonda_Agglutinata_Vegan

06 ott Melanzane rosse di Rotonda DOP ripiene alla quinoa

“Nei miei ricordi personali, la melanzana rossa nasce a Rotonda quando, in tempo di guerra e di fame, splendeva rigogliosa in tutti gli orti del mio paese, o rosseggiava, simile a certi fiori, appesa sotto la tettoia delle case di campagna”, racconta Maruzza Fittipaldi Mainieri nel libro ‘Memoria e sentimento: usi, costumi e tradizioni della gente del Pollino’. Questo frutto è “simbolo della povertà della nostra terra, ma anche della volontà e della tenacia della nostra gente contadina che, con amore, ha strappato all’avara terra gli ortaggi più adatti alla sua durezza al suo clima, portandoli sull’umile desco o sulle tavole più raffinate, per gustare i sapori e insieme la memoria del passato”.

Questo piccolo ortaggio racconta una storia tanto dolorosa quanto densa di umanità: siamo agli inizi del 900, quando durante il colonialismo la disperazione portava interi nuclei famigliari a trasferirsi nei territori conquistati dal regime fascista. I rotondesi provarono a costruirsi una nuova vita in Etiopia, ma la guerra era alle porte e chi riuscì a tornare in Italia portò con se questa curiosa melanzana identica al pomodoro. Inganna la sua forma ed il colore, ma non la consistenza che è soda e tipica della melanzana: grazie alla sua versatilità in cucina, ma anche a causa della fame e della povertà, diventò un alimento tipico della dieta dei contadini della Valle del Mercure.

E’ giunta a me quasi per caso e sono arimasta ammaliata la sua storia antica e lontana. Ho voluto preparare una ricetta vegetariana (con variazione vegana) utilizzando al meglio le proprietà della quinoa, pseudocereal che affonda le sue radici in un passato remoto che ci porta a sua volta in Sud America, dove gli Inca la coltivavano già 5000 anni fa. La “madre di tutti i semi” Inca non è un cereale ma appartiene alla famiglia delle Chenopodiacee, come le bietole e gli spinaci. Questo la rende un alimento ideale per chi ha sviluppato intolleranze o allergie al glutine: un alimento duttile e saporito come un cereale ma naturalmente privo di glutine, adatto ai celiaci.  La quinoa è un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive: contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco. È molto utile per chi segue la dieta vegetariana in quanto ottima fonte di proteine vegetali.

Per preparare questo piatto sono affidata all’istinto ed alle tecniche di cucina che ho studiato ed il risultato è strepitoso: piccoli bauletti colorati, ripieni di spezie deliziose che richiamano l’Africa Orientale in connessione con il Perù. Un ottimo contorno, sia per la vista che per il palato, senza mai dimenticare il nostro passato.

INGREDIENTI 

– 8 Melanzane Rosse di Rotonda Dop
– 240 gr di quinoa bianca già cotta e scolata
– 80 gr pecorino semiduro (o pecorino vegano, a base di lupini)
– un cucchiaino di curcuma in polvere
– qualche fogliolina di timo fresco
– 2 cucchiai olio evo


PROCEDIMENTO

– Tagliate la parte superiore, creando un piccolo coperchio. Con uno scavino svuotate le melanzane e tenete da parte la polpa.
– Sbollentate per qualche minuto le melanzane in acqua bollente, poi lasciatele raffreddare a testa in giù.
– Fate saltare in padella la polpa con l’olio fino a che sia ben cotta, poi aggiungere la curcuma, il timo e la quinoa. Fate insaporire, poi mettete il tutto in una terrina.
– Accendete il forno a 200°C con il grill acceso
– Riempite una ad una le melanzane con il ripieno a base di quinoa, a metà aggiungete il percorino, poi chiudete con il ‘coperchio’
– Infornate per 12 minuti circa, fino a che non saranno leggermente abbrustolite
– Servite subito come piatto unico o come contorno

Curiosità: tagliandole vi accorgerete che queste melanzane non tendono ad ossidare, questo grazie al basso contenuto di acido clorogenico, responsabile dell’imbrunimento del frutto. Mentre nelle altre melanzane è presente in media in 4.300 ppm , in quella Rossa di Rotonda è pari 800 ppm. Il sapore è leggermente più piccante ed amaro del solito, abbinatele ad un piatto che ne mitighi il sapore.

Ovviamente questa ricetta potete rifarla utilizzando melanzane normali, zucchine tonde o peperoni ..

MelanzaneRosse_Agglutinata_Quinoa_Vegan

 

No Comments

Post A Comment

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: